Depuratore di Milano Nosedo

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home La storia
Depuratore Nosedo - La storia

Nascita ed evoluzione dell'impianto

Il depuratore di Nosedo, il primo e più grande impianto di trattamento delle acque reflue della città, sorge a sud est di Milano, in un'area compresa tra la città costruita e la vasta fascia irrigua che si estende a sud, nei pressi dell'Abbazia di Chiaravalle.

Si tratta di un territorio ricco di valori paesaggistici e culturali, con un'articolata rete idrografica di rogge e fontanili che ha legato la sua storia al lungo lavoro di bonifica e riorganizzazione territoriale operato dai monaci cistercensi.

Il primo modulo, iniziato nel maggio 2001 per la capacità di 300.000 abitanti equivalenti è stato messo a regime dal 22 aprile 2003 (inaugurazione 13 maggio 2003). Il secondo modulo con integrazione della capacità di trattamento a 600-700.000 abitanti equivalenti è stato messo a regime il 31 gennaio 2004. L'impianto completo è stato messo a regime dal 30 ottobre 2004 (3 mesi di anticipo rispetto alle scadenze contrattuali).

L'impianto rappresenta la fase conclusiva di una complessa struttura di raccolta delle acque reflue provenienti dalla zona centro-orientale della città di Milano e ha una capacità di trattamento equivalente a 1.250.000 abitanti.

Il finanziamento dell'impianto di Nosedo è stato organizzato con un'operazione di project financing sostenuto da due importanti banche: Banca Intesa e The Royal Bank of Scotland.

Il raggruppamento delle imprese concessionarie finanzia per oltre il 50% l'opera a fronte della gestione per 16 anni dell'impianto che sarà poi restituito al Comune in perfetto stato di manutenzione.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. info.

EU Cookie Directive Module Information